Autonomia (3° e ultima puntata del tema “insicurezza”)

Per concludere, la relativa sicurezza in se stessi, l’autostima, si conquistano giorno per giorno, confrontandosi con le difficoltà, le sfide, e correndo il rischio di fare errori; gli errori sono straordinarie opportunità per imparare meglio e di più.

Il progressivo abbandono delle mitologie si realizza quando e se veniamo a patti con l’insicurezza, l’incertezza. Quando e se smettiamo di pretendere di azzeccare ogni volta la soluzione efficace, di risolvere sempre tutte le equazioni della vita, quando accettiamo di perdere qualche volta e non vincere sempre. Quando abbandoniamo l’inganno di stimare noi stessi solo se abbiamo raggiunto i valori massimi delle tabelle di valutazione.

Mi ricordo un film che vidi molti anni fa, dal titolo “Il sapore della ciliegia”, (credo avesse vinto un qualche premio), in cui la scena madre, per me, fu quando il protagonista, che interpretava la parte di un regista cinematografico, che dopo una serie di fallimenti professionali ed umani, aveva deciso di uccidersi,  cercava uno che lo seppellisse dopo il fattaccio. Finalmente incontrò un vecchio contadino, che non rifiutò di farlo, ma prima volle raccontare la sua storia: “ si, credo di capirti, anche io alla tua età, visto che col mio lavoro e il mio impegno più forte non riuscivo a dare da vivere alla mia famiglia, ho deciso di uccidermi. Ho preparato la corda, sono salito di notte sull’albero al quale volevo impiccarmi; era un ciliegio. Ho deciso di aspettare l’alba, e dopo aver passato la notte nel rimpianto, nella rabbia verso me stesso, è sorto il sole.

Man mano che si faceva più chiaro, ho visto che mi trovavo su un ramo con molte foglie verdi, e fra queste delle bellissime ciliegie rosse e mature.
Senza potermelo impedire, come se fosse un’azione dettata dall’abitudine, ne ho colto una, e me la sono messa in bocca……e ho sentito il sapore della ciliegia….”

La bellezza della vita è non di rado legata anche alla capacità di apprezzare le piccole cose; il sapore di una ciliegia può essere la risorsa che ci permette di superare un grave problema. Imparare ad apprezzare le piccole cose è il segno di una raggiunta saggezza, di una raggiunta autonomia dall’obbligo di omologarsi a modelli proposti da chissà chi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *