Terapia a distanza via Skype

Terapia a distanza via Skype

Terapia a distanza via Skype

La terapia a distanza via Skype, in teleconferenza, se e quando non si può andare fisicamente nello studio del terapeuta,  può essere una valida alternativa (purché si rispettino tutti i requisiti standard professionali di cura)  in quanto permette di dialogare in un incontro virtuale.

La terapia a distanza è semplice, e può mettere a disposizione l’aiuto di uno psicoterapeuta a persone che altrimenti non avrebbero accesso ai servizi:  residenti in zone rurali o decentrate,  persone con determinate disabilità, clienti che per motivi vari desiderano ricevere servizi da casa.

La terapia a distanza o terapia online offre una consulenza riservata e professionale e un servizio di psicoterapia su Internet utilizzando Skype, il più diffuso comodo e gratuito sistema di videoconferenza.

È possibile utilizzare la terapia a distanza con Skype con molti dispositivi moderni, come i moderni telefoni cellulari e apparecchiature informatiche quali computer portatili, notebook e iPad. Ovunque è possibile connettersi a Internet, è possibile accedere a questo servizio di consulenza on-line.

La pratica della terapia a distanza è già molto diffusa in altri paesi, in primis, gli Stati Uniti, dove oramai è accettata ed acquisita come valido succedaneo o complemento della terapia psicologica faccia a faccia. Si veda ad esempio questo articolo.

Non è una telefonata, perché ci si vede in faccia; non va assolutamente confusa con una chat, è come se ci si trovasse insieme nel classico setting (contesto nel quale si svolge la seduta),  le regole sono identiche, i disagi trattati gli stessi.

La seduta di terapia a distanza via Skype deve essere concordata e valutata in termini di opportunità, sia dal cliente che dal terapeuta. I criteri da decidere, sui quali convenire, riguardano il tipo di problema che sarà oggetto di terapia, la durata della terapia stessa (il numero indicativo di incontri), il costo (che sarà comunque inferiore a quello di una seduta nello studio), le “regole”, (puntualità, metodi di pagamento, ed altro).